Home In Evidenza Skysphere concept: il futuro dell’auto, ovviamente elettrica, immaginato da Audi

Skysphere concept: il futuro dell’auto, ovviamente elettrica, immaginato da Audi

278
0

A Cura di Guidare nel Mondo.

Audi ha svelato il primo membro di una nuova famiglia di concept car, uno spettacolare roadster. Audi skysphere concept è il nome della cabriolet elettrica a due porte le cui linee portano direttamente al design Audi di domani. Con esso, il marchio illustra la sua visione per il segmento di lusso del futuro, in cui l’interno diventa uno spazio interattivo e il veicolo una piattaforma per esperienze accattivanti. Ciò è reso possibile grazie alla guida autonoma, a una riprogettazione rivoluzionaria degli interni e a un ecosistema digitale senza soluzione di continuità.

adv

Tiene d’occhio automaticamente la strada e il traffico

Il concept Audi skysphere mostra come il marchio stia ridefinendo il lusso in futuro: non si tratta più solo di guidare. La concept car è stata progettata con il chiaro obiettivo di offrire ai suoi occupanti esperienze accattivanti e di livello mondiale.

Per offrire ai passeggeri la massima libertà, il concept Audi skysphere è stato progettato per due diverse esperienze di guida: un’esperienza da gran turismo e un’esperienza sportiva. Questo fa uso di un dettaglio tecnico spettacolare: il passo variabile.

Motori elettrici e un sofisticato meccanismo con componenti di carrozzeria e telaio che scorrono l’uno nell’altro consentono di variare di 250 millimetri il passo stesso e la lunghezza esterna della vettura. Allo stesso tempo, l’altezza da terra del veicolo viene regolata di 10 millimetri per migliorare il comfort e la dinamica di guida.

Con il semplice tocco di un pulsante, il guidatore può sfruttare la propria libertà e scegliere la propria esperienza di guida. Pilotare autonomamente la propria e-roadster lunga 4,94 metri in modalità “Sport” con un passo ridotto, mentre la ruota posteriore sterzante assicura che il veicolo rimanga estremamente agile nonostante le sue dimensioni. Oppure essere guidati in un GT da 5,19 metri nella modalità di guida autonoma “Grand Touring” mentre si godono il cielo e il paesaggio, il massimo spazio per le gambe e i servizi offerti da un ecosistema digitale perfettamente integrato.

Per ulteriori dettagli su questa e altre auto e scoprire itinerari di viaggio, sulle strade del mondo, visita il sito

Articolo precedenteLa mammografia oltre i 75 anni potrebbe causare più danni che benefici
Articolo successivoStrategie diagnostiche con D-dimero efficienti e sicure per escludere l’embolia polmonare
redazione
La redazione di Newence è composta prevalentemente da collaboratori con competenze maturate in ambito medico, scientifico e tecnologico. Rivedono e discutono in modo critico e analitico i più importanti lavori scientifici pubblicati sulle più autorevoli riviste scientifiche internazionali, fornendo utili spunti di riflessione e aggiornamento per i professionisti della sanità e informazioni affidabili e verificate dedicate al pubblico più vasto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

diciassette − 17 =