Home Cardiologia Congresso nazionale SIC 2023: novità in cardiologia raccontate dai protagonisti

Congresso nazionale SIC 2023: novità in cardiologia raccontate dai protagonisti

282
0

Dal 14 al 17 dicembre 2023 si è svolto a Roma il consueto congresso nazionale della Società Italiana di Cardiologia. Come sempre la partecipazione dei cardiologi italiani è stata massiccia.

I temi trattati sono stati molti con interessanti implicazioni nell’ambito della diagnosi e del trattamento delle malattie cardiovascolari.

Secondo l’Istituto Superiore di Sanità, le malattie cardiovascolari rappresentano ancora la principale causa di morte nel nostro paese, essendo responsabili del 44% di tutti i decessi. In particolare la cardiopatia ischemica è la prima causa di morte in Italia, rendendo conto del 28% di tutte le morti. Secondo i dati ISTAT, in Italia la prevalenza di cittadini affetti da invalidità cardiovascolare è pari al 4,4 per mille, mentre quasi un quarto (23,5%) della spesa farmaceutica italiana è destinata a farmaci per la cura delle malattie cardiovascolari (Relazione sullo stato di salute del Paese, 2000).

Tra i vari temi affrontati nel corso del congresso abbiamo voluto discutere alcuni degli aspetti più interessanti emersi con alcuni dei relatori intervenuti.

SIC 2023: le interviste

I nuovi trattamenti per la cardiomiopatia ipertrofica: Prof. Iacopo Olivotto – Azienda Ospedaliera Universitaria Careggi – Firenze.

 

La denervazione dell’arteria renale nell’ipertensione arteriosa resistente: Prof. Flavio Ribichini – Azienda Ospedaliera Universitaria – Verona.

 

L’ablazione della fibrillazione atriale con elettroporazione: Prof. Antonio Dello Russo – Azienda Ospedaliera Universitaria delle Marche.

 

Franco Folino

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui