Home Cardiologia Il futuro della telemedicina è già realtà: la gestione a distanza del...

Il futuro della telemedicina è già realtà: la gestione a distanza del paziente critico

212
0

Royal Philips, leader mondiale nella tecnologia sanitaria, e Showa University, con sede in Giappone, hanno annunciato il lancio del primo programma giapponese di terapia intensiva per telemedicina (eICU), presso il Showa University Hospital e il Showa Koto Toyosu Hospital. Il sistema è stato progettato per aiutare a migliorare gli esiti clinici nei pazienti ad alto rischio e per far progredire la globalizzazione delle cure intensive.

Seguendo il successo di programmi simili in America, Regno Unito, Australia e Medio Oriente, questo modello di terapia intensiva per la telemedicina consente ai medici di fornire un miglior supporto per l’assistenza critica ai pazienti localizzati in più siti. Con l’invecchiamento della popolazione e l’insostenibile aumento dei costi dell’assistenza sanitaria, il programma eICU dovrebbe migliorare l’efficienza della medicina, attraverso un programma di sussidi per i centri di innovazione globale finanziati dal governo giapponese per portare progressi tecnologici nel settore sanitario.

adv

“Questa partnership consente un cambiamento fondamentale nell’erogazione dell’assistenza intensiva, con un impatto sui risultati clinici e sulla riduzione dei costi, sfruttando la tecnologia per supportare l’accesso a medici e infermieri altamente qualificati, che rappresenta una sfida continua per gli ospedali di livello internazionale, specialmente in Giappone”, ha affermato il professor Otake dell’Ospedale universitario Showa. “Le soluzioni di telemedicina, come il programma Philips eICU, possono contribuire a fornire le competenze necessarie per influenzare fornitori, medici e pazienti”.

Il programma Philips eICU consente un monitoraggio remoto dei pazienti in tempo quasi reale e un intervento precoce tramite una tecnologia audiovisiva avanzata. Gli algoritmi intelligenti possono prevedere il deterioramento della salute, offrendo agli esperti collegati in remoto la possibilità di comunicare con i caregivers al posto letto, tramite collegamento video in diretta, monitorare continuamente lo stato del paziente e consigliare il miglior corso di trattamento da qualsiasi luogo.

“L’eICU rappresenta il futuro delle cure critiche globalizzate, trasformando la cura al letto del paziente”, ha dichiarato Hiroyuki Tsutsumi, CEO di Philips Japan. “Avere un centro di supporto remoto centralizzato per i pazienti offre la possibilità di consolidare e standardizzare l’assistenza, ridurre i trasferimenti, massimizzare l’utilizzo dei letti e rassicurare il personale sul posto. Ciò aiuta a ridurre i costi e al tempo stesso a migliorare le entrate, il flusso dei pazienti e la gestione della capacità in tutto il sistema.”

Centri di salute sempre più virtuali stanno sfruttando la tecnologia eICU e la trasformazione dell’assistenza oltre l’ICU per influire sugli esiti clinici, finanziari e operativi, e per supportare l’ampio flusso dei pazienti e l’efficienza dell’accesso clinico.

Il programma Philips eICU fa parte di una suite di assistenza e analisi in rete e centrata sul paziente che supporta modelli di assistenza sanitaria avanzata, sia in ospedale che a casa. Le pubblicazioni sulle prestazioni del programma eICU includono hanno evidenziato: un aumento del volume dei casi in ICU del 21% senza aggiungere letti o costi aggiuntivi; la riduzione del 20% della mortalità in terapia intensiva in aree di cura monitorate dall’UICU; un risparmio di circa $ 1.500 per paziente in un episodio post-ICU di 60 giorni; una riduzione del 30% nella durata del ricovero in terapia intensiva.

 

Articolo precedenteLa nuova Jeep Wrangler
Articolo successivoElastografia: un metodo non invasivo e affidabile per valutare la fibrosi epatica
redazione
La redazione di Newence è composta prevalentemente da collaboratori con competenze maturate in ambito medico, scientifico e tecnologico. Rivedono e discutono in modo critico e analitico i più importanti lavori scientifici pubblicati sulle più autorevoli riviste scientifiche internazionali, fornendo utili spunti di riflessione e aggiornamento per i professionisti della sanità e informazioni affidabili e verificate dedicate al pubblico più vasto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui