Home Attualità 500 tonnellate di medicinali per lo Yemen

500 tonnellate di medicinali per lo Yemen

258
0
Dance in Sa'dah, Yemen. Bernard Gagnon

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha trasportato per via aerea, attraverso diverse spedizioni dello scorso agosto, oltre 500 tonnellate di medicinali essenziali e forniture mediche all’aeroporto di Sana’a, da distribuire ai governatorati del paese.

Un carico salvavita

Queste spedizioni contengono farmaci antitumorali essenziali per coprire quasi il 50% dei bisogni urgenti dei malati di cancro per un anno. Le spedizioni includono anche 100 kit nutrizionali sufficienti a soddisfare i bisogni di oltre 5.000 bambini affetti da malnutrizione acuta grave e complicazioni mediche per tre mesi. Nel contenuto delle spedizioni anche vari tipi di test diagnostici rapidi e reagenti di laboratorio per i bisogni urgenti e rafforzare la capacità di laboratori centrali e banche del sangue.

adv

Tra le forniture mediche vi erano anche i medicinali per il trattamento di malattie non trasmissibili (NCD), strumenti chirurgici, kit sanitari di emergenza, fluidi per via endovenosa e vari tipi di farmaci necessari alle strutture sanitarie in tutto il paese.

Allo stesso modo, sono stati consegnati ad Aden 50.000 test diagnostici rapidi per il colera e 21 kit trauma per la gestione di incidenti di massa.

“Questa guerra prolungata ha causato molti dei bisogni acuti di salute non soddisfatti, a causa della grave carenza di forniture mediche salvavita, motivo per cui l’arrivo di questi carichi è stato fondamentale per la risposta.” Ha dichiarato il dott. Nevio Zagaria, Rappresentante dell’OMS in Yemen.

Supporto a un sistema sanitario in rapido deterioramento

“Quasi 16,4 milioni di persone richiedono assistenza per garantire un accesso adeguato all’assistenza sanitaria, e la scala della lotta continua a crescere, con un maggior numero di persone che si aggiungono all’elenco delle sofferenze. Le malattie croniche, le malattie non trasmissibili, la malnutrizione e le malattie prevenibili continuano ad affliggere le persone. Triplicare i nostri sforzi non è sufficiente, dobbiamo fare l’impossibile per alleviare il dolore dei civili che affrontano difficoltà inimmaginabili “.

Nello Yemen, solo il 50% delle strutture sanitarie totali sono pienamente funzionanti, e devono affrontare gravi carenze di farmaci, attrezzature e personale dovuti non solo alle difficoltà nell’importazione di medicinali e forniture critiche, ma anche alla mancanza di fondi operativi.

L’OMS sta lavorando duramente con i suoi partner per sostenere una maggiore risposta a queste pressanti esigenze sanitarie e queste forniture sono state portate con successo nel paese grazie al generoso sostegno della Banca Mondiale, dell’USAID / OFDA, della Protezione civile dell’UE e delle operazioni di aiuto umanitario (ECHO), Fondo di risposta alle emergenze centrali delle Nazioni Unite (CERF), Germania, Mezzaluna rossa degli Emirati, Centro di aiuto umanitario e soccorso King Salman (KSRelief), Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari (UNOCHA) e Giappone.

 

Articolo precedenteCicli giornalieri e settimanali di crisi epilettiche sono più comuni di quanto si pensasse
Articolo successivoCorolla Touring Sports: una sportiva dal carattere docile
redazione
La redazione di Newence è composta prevalentemente da collaboratori con competenze maturate in ambito medico, scientifico e tecnologico. Rivedono e discutono in modo critico e analitico i più importanti lavori scientifici pubblicati sulle più autorevoli riviste scientifiche internazionali, fornendo utili spunti di riflessione e aggiornamento per i professionisti della sanità e informazioni affidabili e verificate dedicate al pubblico più vasto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui