Home Gastroenterologia Lo screening per i tumori del colon-retto e l’importanza della loro localizzazione...

Lo screening per i tumori del colon-retto e l’importanza della loro localizzazione anatomica

172
0

I programmi di screening basati sul test immunochimico fecale (FIT) possono avere un’efficacia subottimale per prevenire i tumori del colon-retto (CRC) quando i pazienti invecchiano. Questi i risultati di uno studio di coorte retrospettivo pubblicato su Annals of Internal Medicine.

Le prove disponibili suggeriscono che lo screening del CRC basato su FIT può ridurre la mortalità per cancro attraverso sia la velocità della diagnosi che la rilevazione e la rimozione di adenomi avanzati durante la colonscopia post-FIT. Quando si considera un programma di screening con FIT a cadenza biennale, l’efficacia a lungo termine dello screening può essere valutata calcolando la rilevazione cumulativa sia di un adenoma avanzato sia di CRC.

adv

Gli studi hanno dimostrato che i programmi basati su FIT erano meno sensibili nella rilevazione del CRC del lato destro, piuttosto che del lato sinistro; tuttavia, non sono stati riportati dati dai programmi FIT ripetuti su come la localizzazione del cancro possa influire sulla sensibilità del test. Per quanto riguarda la localizzazione del tumore (lato destro vs lato sinistro), è anche rilevante che uno spostamento verso destra sia stato visto in persone di età superiore a 60 anni.

Si riduce il numero di neoplasie rilevate

Ricercatori del Registro Tumori del Veneto, Azienda Zero, di Padova, hanno studiato una coorte fissa di 123.347 persone che hanno completato fino a 6 cicli di FIT biennale tra il 2002 e il 2015 in un programma di screening in Italia, per valutare i tassi di rilevamento a lungo termine per adenoma avanzato e CRC, secondo la posizione anatomica. Hanno scoperto che la significativa riduzione a lungo termine del tasso di rilevamento per neoplasia avanzata lato sinistro era in parallelo con una riduzione molto più piccola nel rilevamento di neoplasie avanzate a destra. Allo stesso tempo, è stato osservato un tasso di cancro più alto per il lato destro rispetto al tumore del lato sinistro.

Secondo i ricercatori, la modesta riduzione dei tassi di rilevamento a lungo termine per neoplasie di lato destro, CRC particolarmente invasivo, con FIT ripetuto e il tasso di cancro dell’intervallo proporzionale sul colon destro indicano che i programmi basati su FIT hanno un’efficacia subottimale nel prevenire lo spostamento verso destra di CRC legato all’invecchiamento.

 

 

Articolo precedenteDa Pozzuoli una speranza di cura per la distrofia muscolare di Duchenne
Articolo successivoLa navicella lunare che può essere riutilizzata più volte
redazione
La redazione di Newence è composta prevalentemente da collaboratori con competenze maturate in ambito medico, scientifico e tecnologico. Rivedono e discutono in modo critico e analitico i più importanti lavori scientifici pubblicati sulle più autorevoli riviste scientifiche internazionali, fornendo utili spunti di riflessione e aggiornamento per i professionisti della sanità e informazioni affidabili e verificate dedicate al pubblico più vasto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui