Home Ambiente La produzione di alimenti e il rispetto dell’ambiente: serve migliorare le tecnologie...

La produzione di alimenti e il rispetto dell’ambiente: serve migliorare le tecnologie e ridurre gli sprechi

253
0

L’impatto ambientali del sistema alimentare, vale a dire quello correlato ai processi e alle infrastrutture coinvolte nell’alimentazione della popolazione globale, potrebbero aumentare del 50-90% tra il 2010 e il 2050. Questa previsione sarà probabilmente rispettata se non viene intrapresa alcuna azione per contrastare i cambiamenti previsti nei livelli di popolazione e reddito.

Questi risultati sono stati pubblicati online nelle scorse settimane su Nature. Gli autori analizzano diverse opzioni per ridurre questo impatto e rivelano come nessuna singola misura sia in grado di mitigare sufficientemente l’aumento previsto delle pressioni ambientali. È necessario approccio combinato.

adv

Un modello globale per i sistemi alimentari

Marco Springmann e colleghi hanno costruito un modello globale di sistemi alimentari con dettagli a livello nazionale, al fine di studiare gli impatti ambientali legati al cibo. Utilizzando il modello e le stime della domanda alimentare attuale e futura, gli autori hanno quantificato gli impatti ambientali legati al cibo nel 2010 e nel 2050 per cinque domini ambientali: emissioni di gas serra legate ai cambiamenti climatici, uso di terreni coltivati ​​in relazione al cambiamento del sistema di terra, uso di acqua dolce della superficie e di acque sotterranee, l’applicazione di azoto e fosforo.

Proiettano che la pressione ambientale del sistema alimentare aumenterà del 50-92% per ciascun indicatore entro il 2050 in assenza di cambiamenti tecnologici o di altre misure di mitigazione.

I possibili rimedi

Gli autori hanno analizzato diverse opzioni per ridurre gli impatti ambientali del sistema alimentare, compresi i cambiamenti dietetici, prospettando il passaggio regimi alimentari più sani e più vegetali. Vengono inoltre proposti miglioramenti nelle tecnologie e nella gestione della produzione alimentare, come aumenti delle rese agricole e miglioramenti nella gestione delle risorse idriche. Infine, sembra di sensibile importanza la riduzione della perdita e dello spreco di prodotti alimentari.

La loro analisi indica che gran parte dell’aumento delle pressioni ambientali che dovrebbe verificarsi entro il 2050, potrebbe essere mitigato in modo efficace se queste misure fossero applicate in modo combinato.

 

Marco Springmann, et al. Options for keeping the food system within environmental limits. Nature 2018.

 

 

Articolo precedenteNello spazio si possono coltivare piante che rilasciano ossigeno
Articolo successivoLipoproteina(a), il nuovo bersaglio per ridurre il rischio cardiovascolare
redazione
La redazione di Newence è composta prevalentemente da collaboratori con competenze maturate in ambito medico, scientifico e tecnologico. Rivedono e discutono in modo critico e analitico i più importanti lavori scientifici pubblicati sulle più autorevoli riviste scientifiche internazionali, fornendo utili spunti di riflessione e aggiornamento per i professionisti della sanità e informazioni affidabili e verificate dedicate al pubblico più vasto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui