Nuove speranze per l’oncologia: il mannosio è in grado di ridurre la crescita dei tumori nei topi

La semplice somministrazione di mannosio, da sola o associata ad una chemioterapia, rallenta la crescita tumorale nei topi. Sono questi i risultati di un recente studio pubblicato online sulla rivista Nature. Sebbene questi risultati siano molto promettenti, saranno ovviamente necessarie ulteriori ricerche per confermarli.

Aspetti metabolici dei tumori

Molti tumori subiscono cambiamenti metabolici e mostrano un aumento dell’assorbimento di glucosio. Questo fa sorgere l’ipotesi che la somministrazione controllata di diversi tipi di zucchero potrebbe influenzare la loro crescita.

Kevin Ryan e colleghi hanno studiato gli effetti di un monosaccaride, il mannosio, sulla crescita delle cellule tumorali. I risultati ottenuti hanno indicato come il mannosio sia in grado di ridurre la crescita delle cellule tumorali e suggeriscono che potrebbe interferire con il metabolismo del glucosio.

Inoltre, il mannosio ha aumentato significativamente la morte cellulare, quando somministrato insieme ai farmaci chemioterapici cisplatino o doxorubicina.

Ai topi con tumore sono stati somministrati mannosio sia attraverso un sondino, tre volte alla settimana, e continuamente, attraverso la loro acqua potabile. Il trattamento di mannosio era ben tollerato e sembrava ridurre la crescita del tumore sia da solo che in combinazione con doxorubicina.

Il ruolo della fosfomannosio isomerasi

La sensibilità cellulare al mannosio era correlata con livelli più bassi dell’enzima fosfomannosio isomerasi (PMI). Gli autori hanno testato i livelli di PMI in varie cellule tumorali umane (tumori ovarici, renali, della mammella, della prostata e del colon-retto) e hanno riportato diversi livelli di PMI cellulare sia tra i differenti tipi di tumore sia all’interno degli stessi tipi. In particolare, i tumori del colon-retto avevano bassi livelli di PMI, suggerendo che potrebbero essere più sensibili al mannosio. Inoltre, i topi con tumore del colon-retto hanno sviluppato significativamente meno tumori quando veniva somministrato mannosio.

Gli autori concludono che il trattamento con mannosio potrebbe potenzialmente rappresentare un modo semplice e sicuro per colpire la crescita di molti tumori.

Il mannosio è un costituente di numerosi polisaccaridi, sia semplici sia complessi. Si trova come molecola base dei mannani, polisaccaridi presenti ad esempio nella palma.

 

Pablo Sierra Gonzalez, et al. Mannose impairs tumour growth and enhances chemotherapy. Nature, 2018.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

8 − quattro =