Home Endocrinologia Tiroidite di Hashimoto: la tiroidectomia totale può essere migliore della terapia medica

Tiroidite di Hashimoto: la tiroidectomia totale può essere migliore della terapia medica

1048
0
Tiroidectomia/THWZ

La completa rimozione chirurgica della tiroide ha migliorato la qualità della vita correlata alla salute e l’affaticamento nei pazienti con malattia di Hashimoto. Al contrario, la terapia medica con levotiroxina non ha fornito risultati clinici comparabili. La tiroidectomia ha anche normalizzato gli anticorpi anti-perossidasi (anti-TPO) sierici.

Sono questi i risultati di uno studio randomizzato, recentemente pubblicati sulla rivista Annals of Internal Medicine.

adv

La malattia di Hashimoto

La malattia di Hashimoto è la malattia autoimmune più diffusa in tutto il mondo. Colpisce principalmente la funzione tiroidea e porta infine ad un ipotiroidismo. La sostituzione dell’ormone con la terapia medica è efficace per alcuni pazienti, ma altri soffrono di sintomi persistenti, come grave affaticabilità, scarsa qualità del sonno, dolenzia muscolare e articolare e secchezza della bocca e degli occhi. Ad oggi, non esiste alcun trattamento specifico per questi pazienti.

La tiroidectomia nei pazienti con tiroidite di Hashimoto

I ricercatori del Telemark Hospital hanno cercato di determinare se la tiroidectomia potesse migliorare il quadro clinico nei pazienti con tiroidite di Hashimoto che presentavano ancora sintomi nonostante avessero una normale funzionalità della ghiandola tiroidea in corso di terapia medica.

I ricercatori hanno confrontato gli effetti dell’intervento chirurgico e della terapia medica in un gruppo di 150 pazienti con malattia di Hashimoto, confermata in un ospedale di assistenza secondaria in Norvegia. I pazienti sono stati randomizzati ad una tiroidectomia totale o ad una gestione medica.

Durante il follow-up, solo il gruppo chirurgico ha dimostrato un miglioramento degli indici di salute e affaticamento. I titoli di anticorpi anti-TPO sierici mediani sono diminuiti nel gruppo chirurgico ma non nel gruppo di terapia medica.

Questi risultati propongono una nuova prospettiva di trattamento nei pazienti con tiroidite di Hashimoto che rimangono sintomatici nonostante la terapia medica. Sembrano indicare che la chirurgia possa fornire risultati clinici soddisfacenti e che quindi deve essere considerata nei pazienti con normale funzione ormonale.

 

Articolo precedentePorsche Macan: la prossima generazione sarà elettrica
Articolo successivoDiabete e artrite: una possibile cura non farmacologica con gli ultrasuoni
redazione
La redazione di Newence è composta prevalentemente da collaboratori con competenze maturate in ambito medico, scientifico e tecnologico. Rivedono e discutono in modo critico e analitico i più importanti lavori scientifici pubblicati sulle più autorevoli riviste scientifiche internazionali, fornendo utili spunti di riflessione e aggiornamento per i professionisti della sanità e informazioni affidabili e verificate dedicate al pubblico più vasto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

18 − 6 =