Home Malattie infettive Influenza: la pandemia è sempre possibile. Presentato il programma strategico dell’OMS

Influenza: la pandemia è sempre possibile. Presentato il programma strategico dell’OMS

285
0
With masks over their faces, members of the American Red Cross remove a victim of the Spanish Flu from a house at Etzel and Page Avenues, St. Louis, Missouri.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha pubblicato lo scorso 11 marzo la Global Influenza Strategy per il periodo 2019-2030, volta a proteggere le persone in tutto il mondo dalla minaccia dell’influenza. L’obiettivo della strategia è prevenire l’influenza stagionale, controllare la diffusione dell’influenza dagli animali all’uomo e prepararsi alla prossima pandemia influenzale.

La minaccia di una pandemia influenzale

“La minaccia dell’influenza pandemica è sempre presente”, ha dichiarato il direttore generale dell’OMS, Dr Tedros Adhanom Ghebreyesus. “Il rischio in corso di un nuovo virus influenzale che si trasmette dagli animali all’uomo, e potenzialmente causa di una pandemia, è reale. La domanda non è se avremo un’altra pandemia, ma quando. Dobbiamo essere vigili e preparati. Il costo di un grave focolaio influenzale supererà di gran lunga il prezzo della prevenzione”.

adv

L’influenza rimane una delle maggiori sfide al mondo per la salute pubblica. Ogni anno in tutto il mondo, ci sono circa 1 miliardo di casi, di cui 3-5 milioni sono casi gravi, con 290.000-650.000 decessi per cause respiratorie. L’OMS raccomanda la vaccinazione antinfluenzale annuale come il modo più efficace per prevenirla. La vaccinazione è particolarmente importante per le persone a più alto rischio di gravi complicanze e per gli operatori sanitari.

La nuova strategia è la più completa e di vasta portata che l’OMS abbia mai sviluppato per l’influenza. Descrive un percorso per proteggere le popolazioni ogni anno e aiuta a prepararsi ad una pandemia, attraverso il rafforzamento dei programmi di routine.

Due obiettivi generali

  1. Rafforzare le capacità dei paesi per la sorveglianza e la risposta alle malattie, la prevenzione, il controllo e la preparazione. Per raggiungere questo obiettivo, ogni paese deve avere un programma su misura per l’influenza che contribuisca alla preparazione nazionale e globale e alla sicurezza sanitaria.
  2. Sviluppare strumenti migliori per prevenire, rilevare, controllare e curare l’influenza, come vaccini, antivirali e trattamenti più efficaci, con l’obiettivo di renderli accessibili a tutti i paesi.

Non siamo ancora abbastanza preparati

“Con le partnership e il lavoro specifico per paese che stiamo facendo nel corso degli anni, il mondo è preparato meglio che mai per il prossimo grande focolaio, ma non siamo ancora abbastanza preparati “, ha detto il dott. Tedros. “Questa strategia mira a portarci a quel punto. Fondamentalmente, si tratta di preparare i sistemi sanitari per gestire gli shock, e questo accade solo quando i sistemi sanitari sono forti e in salute da soli”.

Per attuare con successo questa strategia, sono essenziali partnership efficaci. L’OMS espanderà le partnership per aumentare la ricerca, l’innovazione e la disponibilità di nuovi e migliori strumenti di globali control l’influenza, a beneficio di tutti i paesi. Allo stesso tempo, l’OMS lavorerà a stretto contatto con i paesi per migliorare le loro capacità di prevenzione e controllo dell’influenza.

Global Influenza Surveillance and Response System

La nuova strategia di influenza si basa e beneficia dei programmi di successo dell’OMS. Per più di 65 anni, il Global Influenza Surveillance and Response System (GISRS), composto da centri di collaborazione dell’OMS e centri nazionali antinfluenzali, ha collaborato per monitorare le tendenze stagionali e i virus potenzialmente pandemici. Questo sistema funge da spina dorsale del sistema di allerta globale per l’influenza.

Importante per la strategia è il continuo successo del Quadhemat Influenza Preparedness Framework, un sistema unico di accesso e di condivisione dei benefici che supporta la condivisione di virus potenzialmente pandemici, fornisce l’accesso a vaccini e trattamenti salvavita in caso di pandemia e supporta la creazione di capacità di preparazione alla pandemia nei paesi attraverso contributi di partenariato dell’industria.

 

 

Articolo precedenteIn aumento le cardiopatie congenite in Giappone dopo l’incidente di Fukushima
Articolo successivoPresentato il nuovo SUV compatto di Mazda: la nuova CX-30
redazione
La redazione di Newence è composta prevalentemente da collaboratori con competenze maturate in ambito medico, scientifico e tecnologico. Rivedono e discutono in modo critico e analitico i più importanti lavori scientifici pubblicati sulle più autorevoli riviste scientifiche internazionali, fornendo utili spunti di riflessione e aggiornamento per i professionisti della sanità e informazioni affidabili e verificate dedicate al pubblico più vasto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui