Fattori ambientali in gravidanza e rischio di ipertensione nel bambino

Dove una madre vive e la temperatura esterna cui è esposta durante la gravidanza, tra gli altri fattori ambientali, possono influire sul fatto che il suo bambino sia preiperteso o iperteso durante l’infanzia. Sono queste in sintesi le conclusioni di uno studio pubblicato nei giorni scorsi sul Journal of American College of Cardiology.

Fattori di stile di vita negativi in ​​gravidanza

L’esposizione a fattori di stile di vita negativi in ​​gravidanza, come obesità, inattività fisica, cattiva alimentazione e consumo di alcol e tabacco sono da tempo considerati come fattori di rischio per le malattie cardiache nelle madri. Solo negli ultimi anni gli studi hanno iniziato a collegare questi fattori di rischio allo stato preipertensivo nei bambini e alla loro probabilità di sviluppare un’ipertensione arteriosa, più avanti nella vita.

Fattori ambientali e ipertensione arteriosa nei bambini: lo studio

Lo studio ha incluso i dati di un totale di 1.277 coppie madre-figlio del progetto Human Early-Life Exposome (HELIX), che ha riunito i dati di sei coorti di nascita europee provenienti da Regno Unito, Francia, Spagna, Lituania, Norvegia e Grecia. I bambini selezionati avevano un’età compresa tra i 6 e gli 11 anni e non avevano avuto problemi di salute. Erano a disposizione campioni di sangue e urine. Al momento dell’esame, il 10 percento dei bambini poteva essere classificato come preipertensivo o ipertensivo.

I ricercatori hanno valutato un totale di 89 esposizioni materne prenatali e 128 esposizioni postnatali. Di questi, sono stati determinati quattro fattori ambientali più ampi in grado di influenzare lo stato della pressione sanguigna nei bambini: ambiente (dove la madre viveva durante la gravidanza), temperatura esterna, assunzione di pesci ed esposizione a sostanze chimiche.

“Questo studio è il primo a considerare simultaneamente i possibili effetti dell’esposizione a centinaia di fattori ambientali durante la prima infanzia sulla pressione sanguigna nei bambini”, ha affermato Charline Warembourg, autore principale dello studio, dell’Istituto di salute globale di Barcellona (ISGlobal). “Le esposizioni sono state valutate attraverso un mix di modelli predittivi dall’indirizzo di casa, da un questionario e attraverso la determinazione di campioni biologici da madre e figlio.”

Spazi verdi o troppo traffico urbano

Le madri che vivevano in un ambiente pedonale con accesso a spazi verdi, negozi, ristoranti e mezzi pubblici durante la gravidanza erano associate ad una normale pressione sanguigna nei loro bambini. In alternativa, le madri che non vivevano in un ambiente urbano o dove erano disponibili spazi verdi per camminare avevano una pressione sanguigna più elevata. I ricercatori hanno ipotizzato che la bassa pressione sanguigna derivante dal vivere in un ambiente urbano fosse dovuta alla maggiore quantità di attività fisica durante la gravidanza.

La temperatura esterna, il consumo di pesce e l’ipertensione nei bambini

L’esposizione a una temperatura esterna più elevata durante il periodo della valutazione della pressione arteriosa è stata associata a una pressione diastolica più bassa nei bambini. In precedenti studi è stato dimostrato che la temperatura esterna è un fattore ambientale noto per influenzare la pressione sanguigna negli adulti e nei bambini.

Sia una scarsa sia un’elevata assunzione di pesce durante la gravidanza sono state associate ad un aumento della pressione sanguigna nei bambini. Mentre gli acidi grassi omega-3 presenti nei pesci sono benefici per la salute cardiovascolare generale, i pesci contaminati da sostanze chimiche o metalli potrebbero ridurre gli effetti positivi di questi acidi grassi.

L’esposizione alle concentrazioni di bisfenolo-A (BPA) – una sostanza chimica presente in varie materie plastiche – durante la gravidanza ha provocato un aumento della pressione sanguigna nei bambini, così come l’esposizione a concentrazioni di perfluoroottanoato (PFOA) – una sostanza chimica presente in cosmetici, detergenti per la casa o abbigliamento. Anche i bambini che erano stati esposti al rame durante l’infanzia avevano una pressione sanguigna più alta.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 − quattordici =