L’emergenza coronavirus fa scendere l’inquinamento atmosferico (VIDEO)

Nuovi dati dal satellite Copernicus Sentinel-5P rivelano un declino dell’inquinamento atmosferico in Italia, in particolare per quanto riguarda le emissioni di biossido di azoto. Questa riduzione è particolarmente visibile nel nord Italia e coincide con il blocco delle attività a livello nazionale per prevenire la diffusione del coronavirus.

Il video a fondo pagina mostra le fluttuazioni delle emissioni di biossido di azoto in Europa dal 1 ° gennaio 2020 all’11 marzo 2020, utilizzando una media mobile di 10 giorni. Questi dati sono stati ottenuti dallo strumento Tropomi a bordo del satellite Copernicus Sentinel-5P che mappa una moltitudine di inquinanti atmosferici in tutto il mondo.

Il calo delle emissioni di biossido di azoto nella Pianura Padana

Claus Zehner dell’ESA, responsabile della missione Copernicus Sentinel-5P dell’ESA, commenta: “Il calo delle emissioni di biossido di azoto nella Pianura Padana nel nord Italia è particolarmente evidente.

“Anche se potrebbero esserci lievi variazioni nei dati a causa della copertura nuvolosa e del cambiamento delle condizioni meteorologiche, siamo molto fiduciosi che la riduzione delle emissioni che possiamo vedere, coincida con il blocco in Italia che causa meno traffico e attività industriali”.

Josef Aschbacher, direttore dei programmi di osservazione della Terra dell’ESA, afferma: “Tropomi del Copernicus Sentinel-5P è oggi lo strumento più accurato che misura l’inquinamento atmosferico dallo spazio. Queste misurazioni, disponibili a livello globale grazie alla politica dei dati libera e aperta, forniscono informazioni cruciali per i cittadini e i decisori”.

Con il coronavirus cala l’inquinamento atmosferico

La COVID-19 è stata recentemente dichiarata pandemia dall’Organizzazione mondiale della sanità, con oltre 125.000 casi della malattia segnalati a livello globale. In Italia, il numero di casi di coronavirus è aumentato vertiginosamente, rendendolo il paese con il maggior numero di casi al di fuori della Cina.

Nel tentativo di ridurre la diffusione della malattia, il primo ministro italiano Giuseppe Conte ha annunciato un blocco delle attività in tutto il paese – chiudendo scuole, ristoranti, bar, musei e altri luoghi in tutto il territorio nazionale.

Sentinel-5P è la prima missione Copernicus dedicata al monitoraggio della nostra atmosfera. Il satellite trasporta lo strumento Tropomi per mappare una moltitudine di tracce di gas come biossido di azoto, ozono, formaldeide, anidride solforosa, metano, monossido di carbonio e aerosol, tutti fattori che influenzano l’aria che respiriamo e quindi la nostra salute e il nostro clima.

Data la crescente importanza e necessità di un monitoraggio continuo della qualità dell’aria, le imminenti missioni Copernicus Sentinel-4 e Sentinel-5, nell’ambito del programma Copernicus dell’UE, monitoreranno i gas e gli aerosol responsabili della qualità dell’aria. Queste missioni forniranno informazioni sulla qualità dell’aria, sull’ozono stratosferico e sulla radiazione solare, nonché sul monitoraggio del clima.

Guarda il video che illustra i cambiamenti dell’inquinamento atmosferico sulla Pianura Padana

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × 4 =