Immagine del coronavirus

COVID-19: gli uomini hanno maggiori probabilità di avere esiti gravi rispetto alle donne

Gli uomini con COVID-19 hanno maggiori probabilità di avere esiti gravi, come la morte e la necessità di cure intensive, indipendentemente dalle condizioni di salute di base. Nelle donne invece, una maggiore probabilità di esiti gravi può essere associata alla presenza di comorbilità.

Sia per gli uomini che per le donne con COVID-19, l’ipossia può essere associata a una maggiore probabilità di morte. I risultati sono pubblicati sulla nuova rivista del gruppo Nature Communications Medicine.

Il sesso maschile è stato associato a esiti peggiori

Il dottor Kuan-lin Huang e colleghi hanno esaminato i dati medici dei pazienti di età pari o superiore a 18 anni, ricoverati in ospedale con COVID-19 a New York City, esaminando due database, uno di 4.930 pazienti che riguardava l’inizio del 2020 e un altro di 1.645 pazienti ricoverati in ospedale nel corso dell’anno. nel Analizzano i dati del primo gruppo hanno scoperto che mentre gli uomini avevano meno probabilità delle donne di avere determinate comorbidità, come l’obesità e l’ipertensione, avevano comunque una maggiore probabilità di morte e necessità di cure intensive.

Il sesso maschile è stato associato a esiti peggiori rispetto alle donne in entrambi i gruppi di pazienti esaminati, quando sono stati presi in considerazione fattori demografici e comorbilità. Sia per gli uomini che per le donne del primo gruppo di pazienti, alcune condizioni, come l’ipossia e l’obesità, erano associate a una maggiore probabilità di esiti gravi di COVID-19, specialmente nelle donne.

Differenze di genere

Nel secondo gruppo gli autori hanno scoperto inoltre che mentre gli uomini avevano maggiori probabilità di presentare segni di grave COVID-19, inclusa l’ipossia (24,3% rispetto al 20,2% delle donne), le donne con ipossia avevano 3,67 volte più probabilità di morire e gli uomini 2,44 volte più probabilità di morire rispetto ai pazienti senza ipossia.

L’obesità era associata a una maggiore probabilità di aver bisogno di cure intensive, soprattutto nelle donne. Nel secondo gruppo di pazienti, che ha mostrato un tasso di mortalità complessivamente più basso, gli uomini con obesità avevano maggiori probabilità di morire, ma nessun’altra associazione sesso-dipendente per comorbidità era significativa.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

11 + 4 =