Home Cardiologia Come ottenere cardiomiociti da fibroblasti somatici

Come ottenere cardiomiociti da fibroblasti somatici

529
0

Un gruppo di ricercatori statunitensi è riuscito ad ottenere cardiomiociti trattando semplici fibroblasti somatici. L’articolo, pubblicato su Science, spiega come i fibroblasti siano stati esposti a nove composti che inducono o migliorano la riprogrammazione cellulare, in combinazione con molecole cardiogene. Attraverso questo procedimento è stata indotta chimicamente una trasformazione di queste cellule in cardiomiociti, con proprietà contrattili e con similarità con i cardiomiociti originari per genetica, epigenetica e per proprietà elettrofisiologiche. In particolare è stato evidenziato come più del 97% dei cardiomiociti indotti si contraeva spontaneamente ed esprimeva proteine strutturali cardiache.

Con la valutazione di queste nuove colture cellulari all’immunofluorescenza e alla microscopia elettronica, è stato rivelato come i cardiomiociti indotti chimicamente presentavano sarcomeri ben organizzati e che esprimevano geni tipici di queste cellule, compresi quelli che codificano il fattore natriuretico atriale.

adv

In questi ultimi anni la ricerca nel campo della rigenerazione delle cellule cardiache è stata molto attiva. Numerosi studi sono stati pubblicati, ma la sua applicazione alla pratica clinica sembra ancora piuttosto lontana. Quest’ultimo contributo ha dimostrato non solo la possibilità di trasformare cellule come i fibroblasti in cardiomiociti di alta qualità, ma di poterlo fare solo con sostanze chimiche, senza dover utilizzare materiale genetico estraneo.

Non ci resta che attendere altri studi possano confermare un prossimo utilizzo di queste popolazioni cellulari per la riparazione del tessuto miocardico.

 

 

Science: 352 (6290)

Cao N, et al. Conversion of human fibroblasts into functional cardiomyocytes by small molecules. Science 2016;352:1216-1220.

 

Articolo precedenteLivelli di magnesio e rischio di sviluppare diabete dopo trapianto renale
Articolo successivoUn microrganismo intestinale responsabile della sindrome metabolica e dell’obesità
franco.folino
Franco Folino è un medico chirurgo, specialista in cardiologia, e un giornalista. Ha iniziato a lavorare come cronista alla fine degli anni settanta, scrivendo articoli per diverse riviste italiane di sport motoristici, e in seguito anche in media televisivi privati, estendendo il suo interesse in altri campi dell’informazione. Ha pubblicato differenti articoli scientifici ed editoriali su prestigiose riviste internazionali. Ha contribuito alla nascita di Newence, diventandone il direttore responsabile dal marzo del 2017.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui