Home Medicina Interna Asma bronchiale persistente: effetti positivi dell’associazione LAMA – corticosteroidi inalatori

Asma bronchiale persistente: effetti positivi dell’associazione LAMA – corticosteroidi inalatori

401
0

È stata pubblicata in questi giorni sulla rivista JAMA una metanalisi, che ha voluto valutare i reali benefici di una associazione tra corticosteroidi inalatori e antagonisti muscarinici a lunga durata d’azione (LAMA), in pazienti con asma persistente.

I LAMA sono farmaci broncodilatatori a lunga durata d’azione, che agiscono sui recettori muscarinici con azione anticolinergica. In questa classe di farmaci si trovano tiotropio, glicopirronio e aclidinio.

adv

Lo studio ha considerato i trial clinici in cui veniva confrontata l’associazione di un LAMA a placebo, o verso altri trattamenti di controllo, in aggiunta ai corticosteroidi inalatori, nonché l’uso di un LAMA come terapia aggiuntiva ai corticosteroidi inalatori e ai β -agonisti a lunga durata d’azione (LABA) (triplice terapia) verso i corticosteroidi inalatori e i LABA in pazienti con asma incontrollata.

L’analisi ha incluso 15 studi clinici randomizzati, per complessivi 7.122 pazienti, di cui 789 adolescenti.

Considerando l’aggiunta di LAMA ai corticosteroidi inalatori a dose invariata, è stato osservato un rischio significativamente ridotto di esacerbazione o peggioramento dell’asma, e dell’uso di corticosteroidi sistemici, rispetto al placebo.

Confrontando i LAMA con i LABA, come terapia aggiuntiva ai corticosteroidi inalatori, si è visto come non vi era non c’era associazione statisticamente significativa dei LAMA con il rischio di esacerbazione o dell’uso di corticosteroidi sistemici.

L’utilizzo di una triplice terapia (LAMA, LABA e corticosteroidi inalatori) non ha evidenziato differenze significative nei confronti dell’associazione LABA-corticosteroidi inalatori, per quanto riguarda il rischio di esacerbazione, ma si è dimostrato in grado di ridurre in modo significativo il rischio di peggioramento dell’asma.

Dai risultati di questo studio sembra quindi emergere come l’uso di LAMA, nei confronti del placebo, come terapia aggiuntiva ai corticosteroidi inalatori, consente di ottenere migliori risultati clinici, con una riduzione delle esacerbazioni asmatiche, anche se questi benefici non sembrano peraltro essere superiori a quelli forniti dall’associazione con i LABA.

 

JAMA

Diana M. Sobieraj, et al. Association of Inhaled Corticosteroids and Long-Acting Muscarinic Antagonists With Asthma Control in Patients With Uncontrolled, Persistent Asthma. A Systematic Review and Meta-analysis. JAMA. Published online March 19, 2018.

 

Articolo precedenteDa Daytona a Sebring: Lamborghini vince ancora
Articolo successivoFormula 1 2018: la nuova safety car di Mercedes
franco.folino
Franco Folino è un medico chirurgo, specialista in cardiologia, e un giornalista. Ha iniziato a lavorare come cronista alla fine degli anni settanta, scrivendo articoli per diverse riviste italiane di sport motoristici, e in seguito anche in media televisivi privati, estendendo il suo interesse in altri campi dell’informazione. Ha pubblicato differenti articoli scientifici ed editoriali su prestigiose riviste internazionali. Ha contribuito alla nascita di Newence, diventandone il direttore responsabile dal marzo del 2017.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui