Home Ambiente I cambiamenti climatici monitorati dal satellite: informazioni utili per i programmi delle...

I cambiamenti climatici monitorati dal satellite: informazioni utili per i programmi delle Nazioni Unite

7
0
Representatives from almost 200 countries have gathered in Katowice, Poland for the 24th conference of the Parties (COP24) of the UN Framework Convention on Climate Change. This Copernicus Sentinel-2 image of Katowice was captured on 20 September 2018. The mission is based on a constellation of two identical satellites in the same orbit, 180° apart for optimal coverage and data delivery. Together they cover all Earth’s land surfaces, large islands, inland and coastal waters every five days at the equator. The mission mainly provides information for agricultural and forestry practices and for helping manage food security. Satellite images can be used to determine various plant indices such as leaf area chlorophyll and water content indexes. Copyright contains modified Copernicus Sentinel data (2018), processed by ESA, CC BY-SA 3.0 IGO

L’aumento delle temperature globali e gli effetti dei cambiamenti climatici rappresentano enormi sfide ambientali. I satelliti forniscono prove inequivocabili dei cambiamenti in atto e forniscono ai responsabili delle decisioni le informazioni di cui hanno bisogno per affrontare questi problemi complessi, come dimostrato nel corso del vertice COP24 in Polonia.

200 paesi per combattere il riscaldamento globale

Rappresentanti di quasi 200 paesi si sono riuniti a Katowice, in Polonia, per la 24a conferenza della United Nations Framework Convention on Climate Change.

Il segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres, ha dichiarato: “Siamo nei guai. Siamo nei guai con i cambiamenti climatici. I cambiamenti climatici funzionano più velocemente di noi e dobbiamo recuperare al più presto possibile, prima che sia troppo tardi. ”

Uno dei compiti più importanti al vertice è stato quello di concordare la linea di condotta per attuare l’Accordo di Parigi 2015 e, con l’obiettivo dei 2 ° C ora ritenuto non sufficiente, coordinare uno sforzo internazionale per arrestare il riscaldamento a 1,5 ° C.

Il COP-24 si concentra su un triangolo di natura, uomo e tecnologia, cercando di utilizzarli per ridurre i cambiamenti climatici e mitigarne gli effetti.

I programmi di monitoraggio spaziale

Comprendere la complessità di come la Terra funzioni come un sistema è vitale per avanzare piani di implementazione, specialmente perché l’azione può avere importanti implicazioni finanziarie per le nazioni.

Così, mentre le agenzie spaziali come l’ESA e i programmi di monitoraggio ambientale come Copernico non hanno un ruolo diretto nel processo decisionale, le informazioni fornite dai satelliti sono fondamentali.

Le misurazioni satellitari della temperatura variabile della terra, i livelli del mare, i gas atmosferici, il declino del ghiaccio e la copertura forestale, ad esempio, sono uno dei modi principali per fornire alla comunità scientifica i dati necessari per migliorare la nostra comprensione del sistema Terra e prevederne il futuro.

Nel suo discorso di apertura, María Fernanda Espinosa Garcés, Presidente dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, ha sottolineato: “Se non riesci a misurarlo, non puoi gestirlo”.

I dati costituiscono la base per i responsabili politici per costruire le strategie più efficaci per arrestare il cambiamento climatico.

Un monitoraggio di lunga durata

Il clima della Terra è sempre variato naturalmente, quindi il difficile compito di separare la variabilità naturale dai cambiamenti causati dall’attività umana è importante per affrontare le sfide di oggi.

Inutile dire che è importante che le misurazioni satellitari continuino per lunghi periodi di tempo in modo che le modifiche possano essere monitorate con precisione.

Attraverso l’iniziativa Climate Change dell’ESA, i set di dati a lungo termine sugli indicatori chiave dei cambiamenti climatici vengono sistematicamente generati e preservati.

Queste “variabili climatiche essenziali” – più di 50 – sono fondamentali per il lavoro della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici e del programma dedicato alle Nazioni Unite sul sistema di osservazione del clima.

Un altro contributo europeo alla sfida globale del clima deriva dal programma di monitoraggio ambientale di Copernicus e dalla sua famiglia dedicata di missioni satellitari Sentinel costruite dall’ESA.

Queste missioni satellitari offrono continuità di misurazioni per la ricerca sul clima e una serie di servizi operativi per migliorare la vita di tutti i giorni.

Guarda il video sul monitoraggio climatico satellitare

 

 

 

Articolo precedenteScoperti 11 nuovi geni associati all’epilessia e nuove prospettive per la cura
Articolo successivoI cannabinoidi possono aiutare ad alleviare i sintomi di spasticità nelle malattie dei motoneuroni
La redazione di Newence è composta prevalentemente da collaboratori con competenze maturate in ambito medico, scientifico e tecnologico. I primi sono medici chirurghi, con specializzazioni in differenti aree e discipline mediche, che rivedono in modo critico e analitico i più importanti lavori scientifici pubblicati sulle più autorevoli riviste scientifiche internazionali, proponendo articoli che forniscono ai professionisti della sanità un agile strumento di aggiornamento. Altri collaboratori, di formazione medica o con altre competenze, contribuiscono alla composizione degli articoli inseriti nelle rubriche di carattere non scientifico, tra cui quelle dedicate ad argomenti sportivi e quelle che propongono temi su viaggi e turismo. La redazione cura inoltre la valutazione, elaborazione e pubblicazione di comunicati stampa di aziende e organizzazioni governative e non governative.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

otto + sei =