Home Aggiornamenti in Cardiologia La cardiopatia ischemica nella medicina di genere

La cardiopatia ischemica nella medicina di genere

907
0

Dal 15 settembre ha avuto inizio un programma di aggiornamento in cardiologia, articolato in una serie di 35 incontri settimanali, trasmessi in diretta streaming. Alla realizzazione del programma contribuiscono i reparti di cardiologia del Triveneto.

Nel corso degli incontri, che si tengono il martedì, alle 17:30, è presentato un caso clinico o una pubblicazione scientifica di particolare interesse. Partecipando all’incontro è possibile intervenire in diretta alla discussione con domande e considerazioni rivolte ai relatori intervenuti.

Cardiopatia ischemica e medicina di genere: il caso clinico

Nel corso del prossimo incontro in diretta, che si terrà il 10 novembre alle ore 17:30, sarà presentato il caso di una donna di 49 anni, senza apparenti fattori di rischio cardiovascolare e con una anamnesi personale muta dal punto di vista cardiologico. Come unico fattore di rischio si annoverava familiarità per cardiopatia ischemica non precoce.

Accedeva al Pronto Soccorso il 27 settembre 2020 per un episodio prolungato di dolore gravativo retrosternale, irradiato all’arto superiore sinistro e alle mandibole, successivo ad un episodio sincopale preceduto da prodromi. Nei giorni precedenti aveva accusato sincopi, di natura verosimilmente vaso-vagale vista la costante presenza di prodromi.

Dal punto di vista obiettivo la paziente non presentava segni di congestione né di ipoperfusione periferica. L’elettrocardiogramma evidenziava ritmo sinusale, onde Q nelle derivazioni III e aVF ed ischemia subepicardica omosede. Dal punto di vista bioumorale erano presenti una lieve anemia, nota, e un profilo lipidico lievemente alterato, con valori di colesterolo LDL e trigliceridi al di sopra dei valori desiderabili.

Vista la sintomatologia veniva dosata la troponina I, che risultava elevata. All’ecocardiogramma un ventricolo sinistro di dimensioni, spessori e funzione sistolica nella norma, con acinesia dei segmenti medio basali della parete inferiore e del segmento basale del setto inferiore.

Due giorni dopo veniva eseguita coronarografia con riscontro di lievi irregolarità parietali a carico del ramo interventricolare posteriore della coronaria destra.

Aggiornamenti in cardiologia: partecipa alla diretta

Per visualizzare la presentazione completa di questo caso clinico, e approfondire i temi trattati, segui la diretta streaming che sarà trasmessa il 10 novembre alle ore 17:30 su www.IMFAD.it. Interverranno la Dott.ssa Rita Piazza, della cardiologia dell’Ospedale di Pordenone, e il Dott. Davide Barbisan, specializzando in cardiologia dell’Università degli Studi di Trieste. Sarà possibile intervenire in diretta al dibattito.

Per maggiori informazioni vai alla pagina del corso.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui