Diagnosi e trattamento delle cardiomiopatie: un documento di indirizzo dell’American Heart Association

Lo scorso 3 novembre è stato pubblicato su Circulation uno statement dell’American Heart Association dedicato alle cardiomiopatie dilatative.

Il documento è completo e dettagliato. Inizia con un preambolo sulla definizione e classificazione delle miocardiopatie dilatative, per poi presentare i più recenti dati epidemiologici oggi disponibili sull’argomento.

La pubblicazione passa quindi ad esplorare i percorsi diagnostici più efficaci per la definizione della cardiomiopatia, attraverso schemi molto precisi e specifici per le differenti forme di malattia.

Si continua poi con la parte più corposa del documento, che tratta in modo estremamente accurato le strategie terapeutiche mirate per tutti i tipi di cardiomiopatia dilatativa: dall’amiloidosi alla forma alcolica, da quella periparto alla sarcoidosi. Specifici capitoli sono dedicati alla miocardite, alle forme autoimmuni e alla sindrome di Tako-tsubo.

Vengono infine trattate anche le forme legate alle aritmie, la fibrosi endomiocardica, la sindrome ipereosinofila e le più comuni cause genetiche di cardiomiopatia dilatativa.

Si tratta di un documento che non tralascia nulla, riassumendo tutte le più recenti ricerche pubblicate sull’argomento e fornendo un utile strumento di consultazione e riferimento per il cardiologo clinico.

 

Circulation: 134 (19)

 

Current Diagnostic and Treatment Strategies for Specific Dilated Cardiomyopathies. A Scientific Statement From the American Heart Association. Circulation 2016. LIBERO ACCESSO

 

 

 

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × 3 =