Home Medicina Interna Meglio gli antibiotici a spettro ristretto rispetto a quelli a largo spettro...

Meglio gli antibiotici a spettro ristretto rispetto a quelli a largo spettro nelle infezioni del tratto respiratorio nei bambini

394
0

Nel trattamento delle infezioni acute del tratto respiratorio, vengono sempre più spesso privilegiati antibiotici ad ampio spettro, nella convinzione di poter ottenere più facilmente e rapidamente la guarigione.

In realtà sembra che la garanzia di avere un impatto efficace su un più vasto numero di agenti patogeni, non offra risultati migliori rispetto all’utilizzo di antibiotici a spettro ristretto. Sono queste le conclusioni cui è giunto un recente studio, in parte retrospettivo e in parte prospettico, pubblicato sul JAMA, che ha valutato una vasta popolazione di bambini di età compresa tra i 6 mesi e i 12 anni.

adv

Le malattie trattate sono state otiti medie, faringiti streptococciche del gruppo A e sinusiti. Tra gli oltre 30.000 bambini inclusi nello studio retrospettivo, solo il 14% era stato trattato con un antibiotico a largo spettro (amoxicillina-clavulanato, cefalosporine e macrolidi).

In termini di efficacia, l’utilizzo di antibiotici a spettro ristretto non si è associato a una minore efficacia terapeutica, evidenziando tassi di fallimento simili nei due gruppi (3,4% per gli antibiotici ad ampio spettro versus 3,1% per gli antibiotici a spettro ristretto).

Nella coorte prospettica, composta da 2.472 bambini, gli antibiotici a largo spettro hanno invece registrato un utilizzo del 35% e sono stati associati a un più alto rischio di eventi avversi documentati dal medico (3,7% versus 2,7%), nonché di quelli riportati dal paziente (36% versus 25%).

Quanto emerge dallo studio, sembra quindi rivalutare l’utilizzo degli antibiotici a spettro ristretto nel trattamento delle infezioni acute del tratto respiratorio nei bambini, non solo perché consentono di ottenere equiparabili successi terapeutici rispetto ai più evoluti antibiotici a largo spetto, ma anche perché consentono di contenere gli effetti avversi correlati al trattamento.

 

Clicca sulla voce bibliografica per andare alla pagina del giornale

Jeffrey S. Gerber, et al. Association of Broad- vs Narrow-Spectrum Antibiotics With Treatment Failure, Adverse Events, and Quality of Life in Children With Acute Respiratory Tract Infections. JAMA. 2017;318(23):2325-2336.

 

 

Articolo precedenteDolori articolari e giornate piovose: nessuna relazione evidente
Articolo successivoColesterolo ematico con livelli variabili e rischio cardiovascolare
franco.folino
Franco Folino è un medico chirurgo, specialista in cardiologia, e un giornalista. Ha iniziato a lavorare come cronista alla fine degli anni settanta, scrivendo articoli per diverse riviste italiane di sport motoristici, e in seguito anche in media televisivi privati, estendendo il suo interesse in altri campi dell’informazione. Ha pubblicato differenti articoli scientifici ed editoriali su prestigiose riviste internazionali. Ha contribuito alla nascita di Newence, diventandone il direttore responsabile dal marzo del 2017.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui