Immagine del coronavirus

COVID-19 e remdesivir: i Practice Points dell’American College of Physicians

Nei nuovi Rapid Living Practice Points, l’American College of Physicians (ACP) afferma che le prove indicano un vantaggio netto con l’uso di remdesivir per i pazienti con COVID-19. Il documento “Should Remdesivir Be Used for the Treatment of Patients with COVID-19? Rapid, Living Practice Points from the American College of Physicians (Version 1)” è stato pubblicato nei giorni scorsi sulla rivista Annals of Internal Medicine.

I Practice Points forniscono consulenza clinica basata sulle migliori prove disponibili sui benefici e sui rischi dell’uso di remdesivir per i pazienti COVID-19. Si basano su una rapida revisione sistematica condotta dal VA Evidence Synthesis Program.

Il remdesivir

Remdesivir è un agente antivirale ad ampio spettro somministrato per via endovenosa. Attualmente l’efficacia di remdesivir è in fase di sperimentazione come trattamento per pazienti infetti da SARS-CoV-2 (COVID-19) ed è stato autorizzato per l’uso di emergenza per il trattamento di COVID-19 negli Stati Uniti dalla Food and Drug Administration e in altri paesi.

I Practice Points hanno rilevato che le evidenze indicano un vantaggio netto nell’uso di remdesivir nei pazienti con COVID-19 e raccomandano:

  • Utilizzare remdesivir per 5 giorni come trattamento per i pazienti con COVID-19 moderato.
  • Utilizzare remdesivir per 5 giorni come trattamento per i pazienti con COVID-19 grave che non richiedono ventilazione meccanica o ossigenazione extracorporea a membrana (ECMO).
  • Considerare di estendere l’uso di remdesivir a 10 giorni nei pazienti con COVID-19 grave che richiedono ventilazione meccanica o ECMO entro un periodo di 5 giorni.

Remdesivir può ridurre leggermente la mortalità

I Living Practice Points mostrano che le prove comparative del trattamento di 5 giorni rispetto a quello di 10 giorni hanno indicato che un ciclo di 5 giorni di remdesivir può ridurre leggermente la mortalità e può aumentare leggermente il miglioramento clinico, rispetto a un trattamento di 10 giorni. L’evidenza di potenziali danni ha mostrato che nel corso di 5 giorni può avvenire un numero leggermente inferiore di eventi avversi (qualsiasi) rispetto a un trattamento di 10 giorni, sebbene il trattamento più breve potrebbe non provocare un minor numero di eventi avversi gravi.

Non ci sono prove di alcun effetto su altri esiti critici (recupero, durata della degenza ospedaliera) o risultati importanti (tempo al recupero, tempo al miglioramento clinico, ventilazione meccanica invasiva / ECMO, eventi avversi non gravi) con entrambi i trattamenti, in pazienti con COVID-19 moderato. Non ci sono prove sul fatto che i risultati varino in base alla durata dei sintomi nei pazienti con COVID-19 moderato.

Un trattamento di durata più breve

“Con remdesivir c’è evidenza di beneficio con un trattamento di durata più breve per i pazienti con COVID-19 moderato o grave”, ha detto Jacqueline W. Fincher, Presidente ACP, “che è una notizia positiva nella ricerca di trattamenti di pazienti con COVID- 19. Tuttavia, rimangono lacune significative nell’evidenza e sono necessari ulteriori studi rigorosi per valutare i benefici e i danni dell’utilizzo di remdesivir per il trattamento dei pazienti con COVID-19”.

Sebbene siano necessarie ulteriori prove e siano pianificati diversi studi, ci sono evidenze che un ciclo di 5 giorni è efficace quanto un ciclo di 10 giorni di remdesivir con meno danni potenziali nei pazienti con COVID-19 grave che non richiedono ventilazione meccanica o ECMO al basale o un corso di 10 giorni in pazienti con COVID-19 grave che progrediscono fino a richiedere ventilazione meccanica o ECMO entro un corso di 5 giorni. I punti pratici dell’ACP suggeriscono che gli studi futuri dovrebbero valutare la durata del trattamento in base ai sintomi, alla gravità e agli esiti clinici come l’insufficienza respiratoria.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × 3 =