Home Divulgazione scientifica Malaria: OMS raccomanda il nuovo vaccino per i bambini a rischio

Malaria: OMS raccomanda il nuovo vaccino per i bambini a rischio

272
0

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) raccomanda un uso diffuso del vaccino contro la malaria tra i bambini dell’Africa sub-sahariana e in altre regioni dove la trasmissione della malaria da P. falciparum è da moderata ad alta La raccomandazione si basa sui risultati di un programma pilota in corso in Ghana, Kenya e Malawi che ha raggiunto più di 800.000 bambini dal 2019.

“Questo è un momento storico. Il tanto atteso vaccino contro la malaria per i bambini è una svolta per la scienza, la salute dei bambini e il controllo della malaria”, ha affermato il direttore generale dell’OMS, il dott. Tedros Adhanom Ghebreyesus. “L’utilizzo di questo vaccino in aggiunta agli strumenti esistenti per prevenire la malaria potrebbe salvare decine di migliaia di giovani vite ogni anno”.

adv

Un vaccino efficace contro la malaria

La malaria rimane una delle principali cause di malattie infantili e di morte nell’Africa subsahariana. Più di 260.000 bambini africani di età inferiore ai cinque anni muoiono di malaria ogni anno.

Negli ultimi anni, l’OMS e i suoi partner hanno segnalato una stagnazione in corso contro questa malattia potenzialmente mortale.

“Per secoli, la malaria ha perseguitato l’Africa subsahariana, causando immense sofferenze personali”, ha affermato il dott. Matshidiso Moeti, direttore regionale dell’OMS per l’Africa. “Abbiamo a lungo sperato in un vaccino efficace contro la malaria e ora, per la prima volta in assoluto, abbiamo un tale vaccino raccomandato per un uso diffuso. La raccomandazione di oggi offre un barlume di speranza per il continente che sopporta il fardello più pesante della malattia e ci aspettiamo che molti più bambini africani siano protetti dalla malaria e diventino adulti sani”.

Le raccomandazioni dell’OMS

Sulla base del parere di due organismi consultivi globali dell’OMS, uno per l’immunizzazione e l’altro per la malaria, l’OMS raccomanda che, nel contesto del controllo completo della malaria, il vaccino antimalarico RTS,S/AS01 sia utilizzato per la prevenzione della malaria da P. falciparum nei bambini che vivono in regioni a trasmissione da moderata ad alta, come definito dall’OMS.

Il vaccino contro la malaria RTS,S/AS01 dovrebbe essere somministrato in un programma di 4 dosi nei bambini dai 5 mesi di età per la riduzione della malattia e del carico della malaria.

I risultati chiave dei progetti pilota che hanno portato all’utilizzo del vaccino hanno fornito informazioni per indirizzare la raccomandazione, sulla base di dati e approfondimenti generati da due anni di vaccinazioni nelle cliniche per la salute dei bambini nei tre paesi pilota.

Una riduzione significativa della malaria grave e mortale

I risultati di questa ricerca hanno portato a importanti conclusioni. Innanzitutto, ha dimostrato che la vaccinazione è realizzabile, con una buona ed equa copertura attraverso i sistemi di immunizzazione di routine. Il vaccino ha aumentato l’equità nell’accesso alla prevenzione della malaria.

Inoltre, è stato evidenziato come più di due terzi dei bambini nei tre paesi coinvolti nella ricerca, che non dormono sotto una zanzariera, stanno beneficiando del vaccino. La stratificazione degli strumenti fa sì che oltre il 90% dei bambini benefici di almeno un intervento preventivo, vale a dire le zanzariere trattate con insetticida o il vaccino contro la malaria.

Il vaccino ha evidenziato un forte profilo di sicurezza: ad oggi, sono state somministrate più di 2,3 milioni di dosi del vaccino in 3 paesi africani. Nelle aree in cui è stato introdotto il vaccino, non c’è stata una diminuzione nell’uso di zanzariere trattate con insetticida, nell’adozione di altre vaccinazioni infantili o nel comportamento di ricerca della salute per le malattie febbrili.

Dal punto di vista clinico il vaccino ha dimostrato un elevato impatto nei contesti di vaccinazione dell’infanzia nella vita reale, con una riduzione significativa (30%) della malaria grave e mortale. Questo anche se introdotta in aree in cui le reti trattate con insetticida sono ampiamente utilizzate e vi è un buon accesso alla diagnosi e al trattamento.

Infine, il vaccino contro la malaria si presenta molto conveniente dal punto di vista economico nelle aree di trasmissione della malaria da moderata a elevata.

I prossimi passi per il vaccino contro la malaria raccomandato dall’OMS includeranno decisioni sui processi di finanziamento da parte della comunità sanitaria globale, per un’implementazione più ampia.

Articolo precedenteLe nuove linee guida ESC 2021: stimolazione cardiaca
Articolo successivoCOVID-19: a sei mesi il vaccino Pfizer-BNT è efficace al 90% contro i ricoveri
La redazione di Newence è composta prevalentemente da collaboratori con competenze maturate in ambito medico, scientifico e tecnologico. Rivedono e discutono in modo critico e analitico i più importanti lavori scientifici pubblicati sulle più autorevoli riviste scientifiche internazionali, fornendo utili spunti di riflessione e aggiornamento per i professionisti della sanità e informazioni affidabili e verificate dedicate al pubblico più vasto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

diciannove + dieci =