Home Geriatria L’esercizio fisico potrebbe ringiovanire i muscoli degli anziani, rigenerando le cellule staminali

L’esercizio fisico potrebbe ringiovanire i muscoli degli anziani, rigenerando le cellule staminali

203
0
V0007716 The muscles of the leg Credit: Wellcome Library, London. Wellcome Images images@wellcome.ac.uk http://wellcomeimages.org The muscles of the left leg, seen from the front, and the bones and muscles of the right leg seen in right profile, and between them, a patella. Drawing by Michelangelo Buonarotti, c. 1515-1520. circa 1515-1520 By: Michelangelo BuonarrotiPublished: - Copyrighted work available under Creative Commons Attribution only licence CC BY 4.0 http://creativecommons.org/licenses/by/4.0/

L’esercizio fisico volontario accelera la riparazione muscolare e ripristina le vecchie cellule staminali muscolari nei topi. È quanto è stato osservato in uno studio pubblicato nei giorni scorsi sulla rivista Nature Metabolism.

Sappiamo che con l’avanzare dell’età la massa muscolare si riduce e che la capacità di rigenerare e riparare il tessuto muscolare è compromessa. Differenti teorie sono state proposte per spiegare la ragione di questo declino. Due tra le più probabili sembrano indicare che con l’avanzare dell’età si riduca il numero di cellule staminali muscolari (MuSC) e che vi sia una capacità rigenerativa decrescente dei muscoli.

adv

Già in passato altre ricerche avevano cercato di studiare il modo di preservare la massa muscolare con l’avanzare dell’età, attraverso l’esercizio fisico, ma al contrario non erano mai stati chiariti con certezza quali potessero essere i benefici dell’attività fisica nel preservare la capacità rigenerativa dei muscoli nel tempo.

Con l’esercizio fisico migliorano le cellule staminali muscolari

Thomas Rando e colleghi hanno fornito ad un campione di topi grandi e piccini un accesso volontario di tre settimane alle ruote da corsa a rotazione libera, in modo che potessero svolgere un’attività fisica. Gli autori hanno riscontrato una riparazione accelerata dei muscoli e un miglioramento della funzione cellule staminali muscolari negli animali più anziani.

Questi miglioramenti nell’attivazione delle cellule staminali erano dovuti al ripristino di Cyclin D1, un importante regolatore della progressione del ciclo cellulare che può funzionare come un co-regolatore trascrizionale, nelle cellule staminali dormienti a livelli giovanili. Cyclin D1 sopprime la via di segnalazione pro-invecchiamento TGF-β – Smad3 nello stato dormiente, accelerando infine la rigenerazione delle cellule staminali muscolari. Questi cambiamenti sono risultati meno pronunciati nei giovani topi.

Questa ricerca suggerisce che un regime di esercizio volontario a breve termine è un intervento praticabile per ringiovanire i vecchi cluster di cellule staminali muscolari, anche se saranno necessari ulteriori studi per determinare se questi risultati siano simili anche nell’uomo.

 

 

Articolo precedenteUn WC intelligente che analizza automaticamente urine e feci
Articolo successivoDiabete e cardiopatia coronarica: un trattamento combinato, personalizzato e con farmaci innovativi
redazione
La redazione di Newence è composta prevalentemente da collaboratori con competenze maturate in ambito medico, scientifico e tecnologico. Rivedono e discutono in modo critico e analitico i più importanti lavori scientifici pubblicati sulle più autorevoli riviste scientifiche internazionali, fornendo utili spunti di riflessione e aggiornamento per i professionisti della sanità e informazioni affidabili e verificate dedicate al pubblico più vasto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

18 − quindici =